Associazione ParmaKids

Una buona postura per una buona crescita

La salute e l’igiene posturale sono alla base di una buona crescita del bambino e fondamentali per la prevenzione di dolori e patologie articolari e posturali nell’età adulta. I nostri bambini trascorrono la maggior parte del loro tempo sui banchi di scuola o a casa a studiare, è quindi importante assicurarsi che durante l’attività di concentrazione e studio mantengano una buona postura.

La postura che aiuta l’attenzione e facilità la capacità di concentrazione esiste: consiste nella modifica continua della posizione sulla sedia; è quindi preferibile non assumere una determinata posizione e mantenerla per ore. Esiste però una postura corretta che è consigliato insegnare ai bambini: quando il bambino è seduto deve mantenere una posizione dritta della colonna vertebrale. L’altezza di banchi e sedie deve essere proporzionata al bambino che li usa, per evitare una posizione forzatamente curva della colonna vertebraleI piedi devono appoggiare solidamente per terra (se ciò non è possibile, costruirsi un pacchetto con riviste o giornali da mettere sotto i piedi); l’angolo tra gamba e coscia deve essere di circa 90°; le avambraccia devono appoggiare sul banco; non bisogna accavallare le gambe; almeno ogni ora è preferibile alzarsi e fare una piccola passeggiata. La posizione corretta va monitorata anche quando il bambino utilizza apparecchi elettronici a casa: computer, tablet, videogiochi, cellulari.

Ci sono altre importanti indicazioni che fanno da contorno a una corretta postura: l’attività fisica, fuori e dentro la scuola, è importante, perché nella fase della crescita (in altezza e peso) contribuisce ad allenare la muscolatura del dorso, che sostiene la colonna vertebrale del bambino. Alleggerire gli zaini, il peso dello zaino non dovrebbe superare il 10-15% del peso corporeo del bambino che lo indossa. È consigliabile scegliere un modello adeguato all’età e al peso del bambino, con bretelle ampie e imbottite, con un rinforzo schienale e una cintura addominale. Indossare lo zaino in maniera corretta. Il carico deve essere ripartito simmetricamente sul dorso e non su un solo lato: l’asimmetria comporta un carico aumentato per la colonna in atteggiamento posturale non fisiologico. Lo zaino deve aderire alla schiena e le bretelle devono essere ben regolate. Non portare mai lo zaino su una spalla sola o con la parte inferiore troppo scesa sul bacino. Il trolley non deve essere troppo pesante.

È molto importante prestare attenzione a segnali di possibili problemi alla schiena. Nel periodo tra la quinta elementare e la prima media i ragazzi si trovano in quella fase dell’età evolutiva in cui possono manifestarsi alcune patologie della colonna vertebrale. Si tratta principalmente della scoliosi idiopatitica, del dorso curvo, del mal di schiena (causato a volte da spondilolistesi). Sono patologie poco frequenti per le quali è però necessaria una diagnosi precoce e corretta. L’ingresso nell’adolescenza può rendere difficile l’individuazione del problema alla schiena. Spesso una deformità in ipercifosi della colonna vertebrale viene erroneamente scambiata da genitori e insegnanti per una postura assunta per timidezza. È quindi fondamentale da parte dei genitori osservare sempre il bambino nudo e se ci dovessero essere dei dubbi da parte dei genitori rivolgersi al pediatra o fisioterapista!

Domande frequenti:

  • È vero che lo zainetto è causa di mal di schiena?
    Lo zainetto non è causa di patologie specifiche della schiena quale la scoliosi, ma se troppo pesante o usato scorrettamente può provocare dolore o affaticamento.
  • È vero che la scoliosi si cura con il nuoto?
    No
  • Qual è lo sport ideale durante la crescita?
    Non esiste lo sport perfetto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vivere parma da 2 a 12 anni