Associazione ParmaKids

La corretta alimentazione per mamme in dolce attesa e neomamme

Parmakids.it sbarca a Ikea Parma con l’appuntamento “SOS mamma” dedicato al tema dell’alimentazione per mamme in dolce attesa e neomamme e realizzato in collaborazione con Fit for Lady, la palestra al femminile di Parma. Venerdì 23 ottobre 2015, alle ore 17.30, Rita Mazzamuto, dottoressa in Dietistica e Ostetricia, terrà un incontro sul tema “Come nutrirsi in gravidanza e nell’allattamento per garantire la crescita corretta del bimbo e rimanere in forma”.  La partecipazione all’incontro è libera e i bambini sono benvenuti! Sarà infatti presente un spazio giochi sorvegliato gratuito per bambini dai 3 ai 9 anni.

L’alimentazione, si sa, riveste un ruolo fondamentale durante la gravidanza e l’allattamento, per questo Rita Mazzamuto illustrerà i fabbisogni nutrizionali differenti nelle diverse fasi della gravidanza e nel corso dell’allattamento. Durante la gravidanza la donna si alimenta sì per nutrire sé stessa, ma anche e soprattutto, per nutrire il piccolo che porta in grembo e che, con ogni probabilità, allatterà. Spesso la paura e la preoccupazione di non far mancare nulla al proprio bambino porta ad assumere una quantità eccessiva di alimenti rispetto al reale fabbisogno calorico, con il rischio di provocare un aumento di peso eccessivo che può compromettere seriamente la salute sia della mamma (provocando il diabete gestazionale e l’ipertensione gravidica), sia del bambino (macrosomia fetale).

Come fare allora per assicurare a mamma e bimbo tutti i nutrienti essenziali mese per mese e, nello stesso tempo, rimanere nel proprio peso forma sia durante la gestazione sia dopo il parto? Rita Mazzamuto spiegherà come, accanto a uno stile di vita sano e alla giusta attività fisica, sia possibile scegliere un’alimentazione corretta che tuteli al contempo la salute della futura mamma e del suo bambino.

Nel primo trimestre, ad esempio, l’elemento principale del fabbisogno nutrizionale della donna è l’acido folico, vitamina di fondamentale importanza per lo sviluppo della spina dorsale e del sistema nervoso centrale del feto. La dieta materna deve prediligere, quindi, alimenti che assicurino l’adeguato apporto di acido folico, per evitare il rischio dei difetti del tubo neurale (spina bifida, anencefalia).

Nel secondo trimestre, oltre ai fabbisogni aumentati di vitamine e sali minerali, aumenta anche la richiesta energetica perché i nuovi tessuti materni e fetali devono crescere e, per farlo, utilizzano energie e proteine. La dieta materna dovrà quindi essere adeguata per soddisfare questi bisogni.

Nel terzo trimestre, il fabbisogno energetico aumenta, ma la qualità degli alimenti che si assumono rimane sempre fondamentale: negli ultimi mesi di gestazione gli acidi grassi omega 3 (in particolare il DHA) sono elementi essenziale per lo sviluppo di cervello e retina fetale. La dieta dovrà essere adeguata a garantire il giusto apporto di questi elementi.

Anche dopo il parto la donna continua a nutrire il suo piccolo, non più attraverso la placenta, ma attraverso il latte materno e può arrivare a produrne fino a 800 ml: a tal fine ha bisogno di energia, proteine, acidi grassi, vitamine e sali minerali e la dieta dovrà essere bilanciata per garantire che il suo latte soddisfi i bisogni del bambino.

Vi aspettiamo per scoprire i consigli e le indicazioni di un’esperta del settore che vi aiuteranno a vivere con gioia e serenità questo momento davvero unico e speciale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

vivere parma da 2 a 10 anni