Associazione ParmaKids
montessori parma

Mamme e papà, conoscete il metodo Montessori?

L’Associazione Montessori Parma  presenta il secondo modulo del Percorso Montessori per genitori, un’esperienza unica per le mamme e i papà interessati a conoscere, mediante una preparazione teorica e pratico-esperienziale, la proposta educativa di Maria Montessori. Un’occasione per “conoscere” meglio il bambino come ”costruttore dell’uomo” attraverso una visione montessoriana e imparare a donare ai figli fiducia, ampi spazi di libertà e il rigore di norme affettuosamente condivise.

CALENDARIO DEGLI INCONTRI

sabato 23 gennaio 2016
ore 14.30-16.30: Presentazione del percorso

domenica 24 Gennaio 2016
ore 9.30-12.30 : I bambini che bella fatica! (0-3/3-6 anni)
con Annamaria Batti e Paola Della Camera – Centro Nascita Montessori C.E.M.E.A.

domenica 7 Febbraio 2016
ore 9.30-12.30: Il Neonato
con Letizia Varrone – Centro Nascita Montessori
ore 14.00-16.30: I vaccini per l’infanzia: un’opportunità di salute per il bambino e la collettività (0-3 anni)
con Ada Donadio, Medico Pediatra

domenica 21 Febbraio 2016
ore 9.30-12.30: I bisogni del Bambino e l’ambiente (0-3 anni)
con M.G. Iavicoli – Centro Nascita Montessori
ore 14.00-16.30: Nutrire i bambini tra scienza e buon senso (0-3 anni)
con Ada Donadio, Medico Pediatra

domenica 13 Marzo 2016
ore 9.30-12.30: I bisogni del Bambino e l’ambiente (3-6 anni)
con Costanza Buttafava – Opera Nazionale Montessori
ore 14.00-16.30: Laboratorio di vita pratica

domenica 3 Aprile 2016
ore 9.00-13.00: Giochiamo con la terra! (0-3/3-6 anni)
con Paola Cuscino – Centro Nascita Montessori

Il percorso si svolgerà presso la scuola Quadrifoglio di via Gramatica, 2 (Parma) e verrà attivato con un numero minimo di 20 iscritti (iscrizioni obbligatorie entro il 15 Dicembre 2015). È possibile partecipare solo ad una parte del percorso.

Contributo richiesto:
Incontri 0-3/3-6 anni: €130,00 soci – €180,00 non soci
Intero percorso: €180,00 soci – €230,00 non soci

Info e iscrizioni: Silvia 338.1401098 – associazionemontessoriparma@gmail.com

Conoscete le chiavi del metodo Montessori? Ecco qualche info tratta dal sito dell’Opera Nazionale Montessori!

La scuola Montessori:
– pone il bambino al centro della sua azione, rispettandone gli interessi ed i tempi; da sempre, infatti, ogni alunno ha una programmazione individualizzata attraverso la quale è possibile conseguire i risultati migliori;
– realizza pienamente il curricolo obbligatorio nazionale, assicurando il conseguimento degli obiettivi specifici di apprendimento previsti dallo Stato per la scuola dell’infanzia e per la scuola primaria;
– offre la continuità educativa in quanto il bambino, passando alla scuola primaria, trova  lo stesso ambiente, le stesse abitudini, lo stesso clima educativo, lo stesso rapporto con gli insegnanti ed in più un materiale più ricco e diversamente strutturato. Dice Maria Montessori: “La Casa dei bambini e le elementari Montessori non sono cose distinte, ma sono la stessa cosa, la continuazione dello stesso fatto”.

L’ambiente educativo
La scuola Montessori fa muovere il bambino in un “ambiente” studiato e creato a priori dal docente, che predispone il lavoro “auto-formativo” del bambino. Nell’ambiente educativo “Il bambino deve rimanere libero di esprimere la propria interiorità, ma deve imparare a padroneggiare le diverse tecniche che gli consentano di esprimerla” (M. Montessori).

In un ambiente così ricco e significativo ogni bambino impara con naturalezza a rispettare regole comuni dettate dalla convivenza con gli altri e dalle stesse modalità di manipolazione dei materiali che gli vengono offerti. Così il bambino raggiunge autonomia e indipendenza (“aiutami a fare da solo”) e, di conseguenza, autostima e libertà.

Oltre che nella Casa dei bambini (come è chiamata la scuola dell’infanzia a metodo Montessori), anche nella  scuola primaria Montessori l’ambiente di lavoro ha un ruolo determinante perché favorisce:

La sperimentazione ed il lavoro individuale e di gruppo.

La raccolta, lo studio e la valorizzazione di elementi concreti forniti dalla natura come occasione per la ricerca e l’osservazione.

L’apertura alla realtà extrascolastica e al territorio.

Le attività legate alla comprensione della storia dell’Uomo.

Tutto ciò avviene avendo sempre una continua attenzione per lo sviluppo delle capacità mentali di ogni bambino.

Il materiale strutturato
Nella Casa dei bambini e nella scuola primaria Montessori si utilizza il cosiddetto “materiale  strutturato”. Il materiale Montessori è la caratteristica centrale del metodo che trasforma l’insegnante in una figura di mediazione tra l’ambiente, il bambino e il materiale stesso. Utilizzando il materiale i bambini esercitano la propria intelligenza,  operano,  pensano, adottano ipotesi di soluzioni, classificano, risolvono problemi, modificano le loro rappresentazioni mentali, si aiutano tra loro attraverso il “mutuo insegnamento” e, spesso vicendevolmente, uno diventa “maestro dell’altro”

Ma anche il materiale “storico”, cioè quello più consolidato e collaudato nel tempo, è sempre soggetto allo studio e all’integrazione creativa dell’insegnante che si avvale anche di altri strumenti facilmente reperibili. Ogni insegnante è dunque sempre impegnato in una continua attività di ricerca e di innovazione.

Da anni l’utilizzazione delle nuove tecnologie costituisce per la scuola Montessori un’importante risorsa. I computer multimediali, utilizzati per attività varie (testi, software didattici, costruzione di ipertesti…) coerentemente con la didattica generale, sono spesso disposti nell’ambiente ed utilizzati con le stesse modalità e la stessa naturalezza degli altri materiali che caratterizzano la scuola Montessori.

La metodologia didattica montessoriana risulta ormai validata da decenni di perfezionamento ed ha ricevuto un’approvazione internazionale da parte dei più importanti istituti di ricerca educativa.

Per  maggiori informazioni sull’Associazione Montessori Parma  www.montessoriparma.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

vivere parma da 2 a 12 anni